Lettera aperta al sindaco Gianluca Del Mastro

Nei prossimi giorni, in esito ad un accurato lavoro di ricerca sui dati elettorali della appena trascorsa consultazione, Rinascita promuoverà una occasione pubblica di confronto e di analisi del significato politico del voto e delle prospettive che offre. Preliminarmente, però, è già sicuramente possibile tracciare un primo bilancio di ciò che l’evidenza ci ha mostrato lo scorso 5 ottobre: la Città ha espresso con forza la volontà di “voltare pagina”, ovvero l’esigenza di una discontinuità profonda non solo nel personale politico ma anche nelle sue pratiche e nella gestione del potere.

Questa vittoria, segnata da un distacco tanto marcato al secondo turno, è sicuramente il prodotto dello sforzo congiunto di forze politiche diverse ma è anche, e forse soprattutto, il segno di una chiara fiducia che la Città ha scelto di riporre nei confronti del leader di questa coalizione e del garante del nostro programma elettorale: il sindaco Gianluca Del Mastro. Una tal fiducia, tanto più in una stagione come questa, attribuisce una altrettanto grande responsabilità.

L’aggravarsi dell’emergenza da Coronavirus impone una accelerazione alle tradizionali liturgie della politica. È necessario poter disporre quanto prima di un governo cittadino nella pienezza delle sue funzioni, che possa assumere decisioni ed agire per rispondere ai bisogni ed alle nuove vulnerabilità che il Coronavirus sta disvelando, senza aspettare i tempi lunghi della proclamazione dei Consiglieri Comunali. Risulta urgente ed impellente che la politica si metta all’opera, compia scelte di coraggio e doti il governo cittadino di ogni strumento atto ad agire ed offrire risposte che la Città attende. Sosterremo, dunque, il Sindaco affinché possa assumere, con l’autonomia che la legge gli attribuisce e con l’autorevolezza che il consenso popolare gli consegna, la migliore delle decisioni possibili: una Giunta espressione certo delle sensibilità politiche e culturali che compongono la maggioranza, ma soprattutto dell’ansia di cambiamento, della competenza amministrativa e della discontinuità politica che ci hanno concesso di vincere questa difficile battaglia.

La volontà popolare ci consegna un Consiglio Comunale, principale organo rappresentativo della Comunità cittadina, significativamente rinnovato nel personale e nelle forze politiche che lo compongono. Riteniamo sia opportuno, per non mortificare una tale espressione, ricercare innanzitutto altrove le competenze che andranno a comporre la nuova squadra del governo cittadino.

Ci attendono tempi difficili e sfide inedite. Sarà necessario superare egoismi e steccati di sorta, e che ognuno si sforzi affinché si possa davvero voltare pagina ed aprire finalmente una nuova stagione.

Rinascita continuerà ad impegnarsi per rispondere alla diffusa speranza di cambiamento che la Città ci ha consegnato.
Buon lavoro a tutti noi!